Il Piacenza spara a salve a Pontedera (1-1) e ora il Como fa paura (www.sportpiacenza.it)

Alla fine ha vinto la paura di perdere di entrambe le squadre. Il Piacenza è partito forte nel primo tempo ed è riuscito a trovare il vantaggio con il gol di Dossena, poi nella ripresa ha subito il ritorno dei padroni di casa che dopo 9 minuti hanno trovato il pari con un’iniziativa personale di Kabashi. Il Pontedera ha reclamato un calcio di rigore per un presunto contatto Santini-Lanzano, ma l’arbitro Zufferli di Udine, appostato lì a due passi, ha lasciato correre. Uno spavento per i biancorossi, i quali da questo punto hanno badato più che altro a non prenderle. Il finale è stato un lungo torello, con le due formazioni che si sono accontentate: il Pontedera con questo punto è salvo, mentre il Piacenza dovrà giocarsi il sesto posto sabato prossimo al Garilli contro il Prato. Il Como, infatti, ha battuto il Renate in trasferta (0-2) e agganciato a quota 58 la squadra di Arnaldo Franzini. Il Piacenza, tuttavia, è padrone del proprio destino: se batte i toscani, a prescindere dal risultato dei comaschi – impegnati in casa contro la Viterbese – conserverà in ogni caso la sesta piazza in virtù dal bilancio favorevole negli scontri diretti. Attenzione, però, perché non è l’unica combinazione possibile: la Giana Erminio (60) ha perso contro il Prato e affronterà una Lucchese in salute, per cui le due lombarde e gli emiliani, in base ai risultati dell’ultima giornata, potrebbero finire al quinto, sesto o settimo posto. Insomma, un ultimo turno tutto da vivere nel quale si giocheranno solo partite vere.
Franzini doveva fare i conti con le squalifiche di Taugourdeau e Pergreffi, oltre agli infortuni di Saber e Di Cecco. Il tecnico di Vernasca ha optato per il turnover in porta: fuori Miori, spazio all’esordio di Lanzano. Spazio al 3-5-2, trio difensivo Abbate, Silva, Sciacca, con Franchi esterno di centrocampo a destra, Matteassi interno, La Vigna centrale e poi Cazzamalli a fianco di Dossena tutto a sinistra. In avanti coppia Romero-Nobile. Si dispone a specchio Indiani. Osservati speciali Santini e Della Latta, i giocatori di maggior talento tra i toscani.
Parte meglio il Piacenza. Anche se la prima vera chance è per il Pontedera. Della Latta mette in mezzo per Calcagno, piattone e palla sul palo esterno. I biancorossi ci provano prima con Cazzamalli (colpo di testa out), poi al 36’ passano: numero di Nobile sulla destra, cross per il taglio di Dossena, inzuccata e rete sul primo palo.
I ragazzi di Indiani però vogliono il punto della sicurezza e premono al rientro in campo. Così Kabashi parte dalla destra, si accentra indisturbato e batte Lanzano con una rasoiata dal limite dell’area. Dopo cinque minuti, Santini semina il panico nella difesa piacentina, sposta il pallone davanti a Lanzano poi cade, forse a seguito di un contatto. Balza in piedi la panchina toscana, ma per l’arbitro non è rigore. Da qui in poi solo ritocchi al tabellino con la girandola dei cambi. Il Piacenza doveva e poteva provarci, anche perché quando lo ha fatto ha messo il Pontedera in difficoltà. Tuttavia ha prevalso la ragioneria e la paura di rischiare la posizione di vantaggio rispetto agli inseguitori in caso di sconfitta. Per i verdetti bisognerà aspettare sabato prossimo.

Marcello Astorri

PONTEDERA – PIACENZA 1-1

PONTEDERA: Lori; Risaliti, Vettori, Polvani (18′ st Borri); Videtta, Caponi, Calcagno, Kabashi (27′ st Calo’), Corsinelli (1′ st Gemignani A.); Della Latta; Santini. A disposizione: Citti, Anedda, Disanto, Udoh, Chella, Di Giovanni, Cavalli. All. Indiani
PIACENZA: Lanzano; Sciacca, Silva, Abbate; Franchi (24′ st Colombini), Matteassi, Cazzamalli, La Vigna (30′ st Segre), Dossena; Romero, Nobile. A disposizione: Miori, Di Cecco, Pozzebon, Saber, Masullo, Bertoli, Castellini, Debeljuh, Tulissi.
ARBITRO: Zufferli di Udine, assistenti Zanetti di Portogruaro e Moro di Schio
RETI: 36′ pt Dossena (Pi), 9′ st Kabashi (Po)
NOTE: campo in erba sintetica, cielo variabile. Spettatori: non comunicato. Tiri: 9-6. Corner: 4-5. Ammoniti: 20′ pt Kabashi, 39′ pt La Vigna, 16′ st Polvani, 38′ st Colombini. Espulsi: nessuno. Recuperi: 0’ pt e 2’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *