Piacenza da applausi a Crotone, Bini e Fumagalli trascinano i biancorossi ma alla fine vincono i calabresi (www.sportpiacenza.it)

Dura mezzora il sogno del Piacenza e questo è di per sé più che sufficiente per spellarsi le mani dagli applausi perché mettere paura a una formazione di Serie A, per di più in trasferta, è una vera impresa. I ragazzi di Franzini contro il Crotone lottano fino all’ultimo, la rete nella ripresa di Bini e le parate monstre di Fumagalli illudono i 30 eroici tifosi che raggiungono lo stadio Scida, ma è proprio sul traguardo, quando il Piacenza vede i supplementari, che Ceccherini infila il gol che vale partita e qualificazione.
Primo tempo di completa apnea per il Piacenza che soffre enormemente la pressione di un Crotone che prende in mano le operazioni fin da subito, trovando in Budimir il vero spauracchio della difesa biancorossa. Franzini disegna un 3-5-1-1 che, a conti fatti, è un 5-4-1, davanti c’è il solo Romero con Della Latta in appoggio a far da raccordo con il centrocampo formato da Pederzoli, Scaccabarozzi e Morosini. Masciangelo e Di Cecco rimangono ancorati in difesa, Fumagalli è protetto dal terzetto Bini, Silva, Pergreffi. Dopo alcune azioni di alleggerimento il Crotone sfiora il vantaggio al 18’ con Barberis che disegna una punizione perfetta ma Fumagalli è reattivo e si salva con l’aiuto della traversa. Sono le prove generali del vantaggio che arriva al 25’: Tonev scodella nel mezzo per l’inserimento di Budimir che di testa infila il portiere biancorosso. Da qui inizia il monologo del Crotone che sfiora il raddoppio a ripetizione: Budimir prima chiama Fumagalli alla paratona, poi spara sull’esterno della rete davanti all’estremo difensore e infine stampa il palo sul suggerimento di Stoian. Prima del riposo il Piacenza ha una bellissima occasione con Romero ma Cordaz compie una doppia parata da urlo.
Nella riprese succede l’incredibile, nel senso che il Crotone parte caricando a testa bassa in cerca del raddoppio – Rohden e doppio Tonev, Fumagalli è sempre reattivo – ma a sorpresa è il Piacenza a segnare con una bellissima incursione in area di Bini che batte Cordaz con un diagonale vincente. La rete stordisce il Crotone ed esalta le doti di sacrificio del Piacenza che si chiude in area e cerca di portare la partita ai supplementari con l’aiuto di Fumagalli, strepitoso all’80’ sul colpo di testa di Budimir. La porta biancorossa cade un minuto dopo: punizione perfetta di Barberis che Ceccherini sfrutta alla perfezione riportando avanti i calabresi. E’ il gol che vale la qualificazione per il Crotone al quarto turno contro la vincente di Genoa-Cesena in programma domenica sera.
Per il Piacenza, invece, rientro immediato in città e riposo fino a mercoledì quando riprenderanno gli allenamenti in vista dell’esordio in campionato del 27 agosto (ore 16.30) sul campo del Monza.

Giacomo Spotti

Crotone-Piacenza 2-1

Crotone: Cordaz, Stoian (Trotta), Rohden, Ceccherini, Barberis, Izco (Mandragora), Budimir, Tonev, Faraoni, Cabrera, Martella (Ajeti). A disposizione: Festa, Viscovo, Sulijc, Borello, Dussenne, Crociata. All.: Nicola.

Piacenza: Fumagalli, Di Cecco (Mora), Pergreffi, Masciangelo, Silva, Pederzoli, Romero, Bini, Della Latta (Ferri), Morosini, Scaccabarozzi (Nobile). A disposizione: Criscione, Lanzano, Colombi, Carollo, Furlotti, Castellana. All.: Franzini.

Reti: 25’ pt Budmir (C), 15’ st Bini (P), 39’ st Ceccherini (C)

Note – Ammoniti: Silva, Fumagalli, Pederzoli, Mora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *