Il Piacenza liquida con tre reti il Gavorrano e rimane agganciato al treno di vetta (www.sportpiacenza.it)

Un Piacenza che pigia tre volte sul minimo dell’acceleratore e arriva la quarta vittoria consecutiva davanti a un Gavorrano che onestamente è davvero pochissima cosa. Ai toscani non riescono nemmeno le barricate perché il Piacenza è bravo a girare attorno alla preda senza azzannarla subito – correndo dunque il rischio di esaltarla – ma con pazienza sblocca la partita al primo affondo e nella ripresa blinda il risultato spendendo il minimo indispensabile.
Due le note liete: Pederzoli finalmente ha illuminato il gioco con un delizioso assist di testa in occasione del gol di Zecca e nella ripresa ha firmato una gran rete a chiudere un’azione altrettanto bella e da lui avviata. La seconda nota di giornata è Zecca che si è sbloccato ed entra nel tabellino dei marcatori. Bene infine l’ingresso di Cristian Mora, match winner a Lucca anche contro i toscani si è dimostrato essere una valida alternativa a Di Cecco, la difesa che non subisce reti con quattro giovani in campo e soprattutto i tre punti che mantengono il Piacenza agganciato al treno di vetta.
L’unica novità nello scacchiere biancorosso è la scelta di rinunciare a Romero, la trazione anteriore è tutte sulle spalle di una coppia inedita e dinamica, Nobile-Zecca, mentre si torna al centrocampo a 5 con Pederzoli in regia e Scaccabarozzi in panchina.
L’avvio di gara è al piccolo trotto, il Piacenza cerca di gestire le forze sapendo che dovrà fare la partita per 90’ contro un Gavorrano che si presenta con cinque difensori in linea ma non rinuncia a giocare almeno nei primi 15’. A quel punto gli emiliani alzano leggermente i giri del motore, si fanno vedere un paio di volte – senza essere pericolosi – dalle parti di Salvalaggio e al 31’, al primo vero affondo, c’è il vantaggio: respinta corta fuori area della difesa ospite, Pederzoli con un delizioso tocco di testa smarca Giacomo Zecca che in mezza girata al volo fredda i toscani. Si va a riposo senza aver faticato troppo e con il bottino pieno.
La ripresa si apre con qualche timido accenno del Gavorrano (Cretella alza di poco sopra alla traversa) ma tutto viene spento dallo splendido gol di Pederzoli a coronare una gran bella azione: lancio di trenta metri del metronomo per l’inserimento di Mora a destra, stop, dribbling e palla a rimorchio per Zecca che fa il velo e Pederzoli, da fuori area, infila Salvalaggio. Al 75’ si vede il Gavorrano con un diagonale di Lombardi che esce di poco e poi è Fumagalli a tirare giù la saracinesca sul colpo di testa di Cretella. Franzini intanto dà respiro alla squadra con Segre e Scaccabarozzi per Pederzoli e Nobile, ma è il gol di Della Latta che dà la cifra dell’avversario, il centrocampista infatti nel finale è liberissimo di entrare in area avversaria e battere indisturbato a rete per il 3-0. Domenica si viaggia in casa del Pontedera, altro banco di prova importante e lì ci sarà da battagliare.

Giacomo Spotti

PIACENZA-GAVORRANO 3-0

PIACENZA: Fumagalli, Mora, Pergreffi, Masciangelo, Silva, Nobile (32’ st Scaccabarozzi), Pederzoli (25’ st Segre), Bini, Della Latta, Morosini (42’ st Masullo), Zecca (42’ st Romero). A disposizione: Criscione, Lanzano, Di Cecco, Ferri, Carollo, Bertoncini, Castellana. All.: Franzini.

GAVORRANO: Salvalaggio, Ropolo (32’ st Papini), Cretella, Bruni, Brega (11’ st Moscati), Lombardi, Borghini (32’ st Malotti), Salvadori, Conti, Finazzi (11’ st Mosti), Geminiani. A disposizione: Mazzini, Zaccaria, Bianchi, Mugelli. All.: Bonuccelli.

ARBITRO: Moriconi di Roma 2, assistenti: Manara di Mantova e Valletta di Napoli

RETI: 31’ pt Zecca, 7’ st Pederzoli, 45’ st Della Latta

NOTE: Spettatori: 1174 abbonati, 249 paganti. Ammoniti: Bini, Bruni. Corner: 7-6. Recuperi: 0’ pt, 3’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *