I biancorossi gettano via il primo tempo e il Pontedera nella ripresa ne fa tre (www.sportpiacenza.it)

Un passivo di tre gol fa impressione e a chi non ha visto la partita questo Pontedera-Piacenza potrebbe sembrare un match a senso unico. Ma la rete di Corsinelli è arrivata proprio nel momento migliore dei biancorossi e i gol di Risaliti e Mastrilli nel finale sono frutto di disattenzioni, avvenute quando il Piacenza stava premendo per raddrizzare la situazione. I toscani hanno fatto la gara che dovevano fare, capitalizzando al massimo ciò che è stato loro concesso. Franzini, invece, a fine partita se ne va negli spogliatoi con aria assorta, e chissà che tra i suoi pensieri non covi il rammarico per un primo tempo troppo compassato, troppo prudente, al cospetto di un avversario che aveva iniziato la partita con il mantra del prima non prenderle.
Anche il modulo impiegato, un 5-3-1-1 molto abbottonato, non è stata la scelta migliore con il senno di poi, sebbene in altre situazioni, contro altre squadre, avesse pagato e dato certezze. Adesso che la squadra sta meglio, tuttavia, un 3-5-2 con due punte vere potrebbe dare maggiore potenza di fuoco in avanti. La prestazione sottotono di Romero – cronicamente abbandonato a se stesso – è figlia anche di un modulo troppo rinculato all’indietro che costringe in zone di campo poco consone Scaccabarozzi, che lì dov’è, a galleggiare sulla trequarti campo, è un pesce fuor d’acqua anche se in Toscana la sua prova non è stata da buttare.
Al fischio d’inizio si fa sentire il gruppo di tifosi piacentini giunti in Toscana, che hanno omaggiato lo storico tifoso Federico Malvezzi, scomparso in settimana, con uno striscione che recitava «Federico presente». Il Piacenza sembra essere in palla: il Pontedera lo aspetta e gli emiliani tengono il filo del discorso. Però non pungono. Non sono incisivi. E i granata, che non stavano passando un gran periodo di forma, prendono fiducia. Sciupano con Corsinelli, Caponi obbliga Fumagalli alla smanacciata su punizione e l’ex Pro Pesenti si mangia un gol da due passi.
Dopo l’intervallo il Piacenza è diverso: spinge, ci prova e caccia il Pontedera nella sua metà campo. Al 7’ segna un gol con Masciangelo, ma il guardalinee alza la bandierina per un offside che forse non c’è (e le immagini di Sportube non chiariscono). Poco più tardi Pederzoli pesca in profondità Scaccabarozzi, il cui diagonale striscia vicino al palo di Contini. Sembra tutto apparecchiato per uno 0-1 imminente, invece Gargiulo spinge sul fondo e sul cross trova la deviazione vincente di Corsinelli. Il Piace a questo punto ha una reazione potente, ma le due cannonate di Morosini trovano i guantoni di un grande Contini.
l raddoppio di Risaliti è la solita dormita sui corner, grande e storico punto debole dei biancorossi. Il tris è servito all’ultimo minuto di recupero, con Scaccabarozzi che perde una brutta palla e lancia involontariamente Mastrilli, neo entrato che si prende lo sfizio di far gol a Fumagalli. Un 3-0 rotondo, severo indubbiamente, ma che pone interrogativi. E’ il caso di ritornare al grigiore post doppia sconfitta di inizio stagione? Assolutamente no, però questo ko deve far maturare una squadra che non è fatta per vivere di calcio speculativo.

Marcello Astorri

PONTEDERA-PIACENZA 3-0

PONTEDERA: Contini; Risaliti, Vettori, Frare; Posocco (30’ st Mastrilli), Spinozzi, Caponi, Gargiulo (31’ st Pinzauti), Corsinelli; Calcagni (44’ st Borri), Pesenti. A disposizione: Biggeri, Marinca, Pandolfi, Ferrari, Cassani. All. Maraia.

PIACENZA: Fumagalli; Masciangelo (30’ st Mora), Bertoncini (30’ st Castellana), Pergreffi, Silva, Di Cecco; Morosini, Pederzoli (30’ st Nobile), Della Latta; Scaccabarozzi; Romero (23’ st Zecca). A disposizione: Criscione, Lanzano, Ferri, Bini, Carollo, Masullo, Segre, Zecca. All. Franzini

ARBITRO: Di Cairano di Ariano Irpino, assistenti Salvalaglio di Legnano e Vitali

RETI: 24’ st Corsinelli (Po), 37’ st Risaliti (Po), 49’ st Mastrilli (Po)

NOTE: campo in erba sintetica, giornata mite e soleggiata. Corner: 3-7. Ammoniti: 22’ pt Gargiulo, 17’ st Della Latta, 47’ st Silva. Espulsi: nessuno. Recuperi 0’ pt e 4’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *