Piacenza sconfitto in casa della Pistoiese e fuori dalla zona playoff (www.sportpiacenza.it)

Il Piacenza perde anche a Pistoia e scivola fuori dalla zona play off, superato in classifica proprio dai toscani che grazie alle reti di Ferrari e Luperini conquistano tre punti meritati. A nulla è servito agli uomini di Franzini il momentaneo pareggio di Silva. Da mangiarsi le mani poi le occasioni buttate alle ortiche da Romero e Nobile, ma bisogna anche sottolineare come le grandi parate di Fumagalli – che pure ha qualche responsabilità sul primo gol firmato da Ferrari – abbiano tenuto in partita la squadra, di fatto messa in crisi dalla rapidità di Surraco e dalla debordante quantità di Luperini a centrocampo. Nella gara del Melani non ci sono episodi avversi e decisioni arbitrali alle quali attaccarsi, perché i risultati continuano a non dare ragione a un Piacenza che senza dubbio può fare molto più di così: lo ha dimostrato nella buona prova contro la Carrarese e in parte a Pistoia, anche se per vedere qualcosa è stato prima necessario incassare gli sberloni degli arancioni.
Franzini aveva a che fare con problemi di formazione reali: Pergreffi e Morosini squalificati, Pederzoli fermo ai box per infortunio e Segre a mezzo servizio, schierato nonostante un indolenzimento muscolare. Il tecnico di Vernasca non ha comunque voluto rinunciare al 4-3-3 che ultimamente gli stava dando buone sensazioni sul piano del gioco: la novità assoluta è stata Sarzi Puttini in posizione di terzino sinistro, con Masciangelo alzato come mezzo sinistro di centrocampo. Dall’altra parte una Pistoiese che aveva la ghiotta chance di battere in casa i biancorossi per scalzarli dalla zona spareggi.
E che i toscani facessero sul serio lo si è visto fin da subito. Il centravanti, Ferrari, dotato di tecnica e fisicità, impegna di testa Fumagalli dopo poco più di un quarto d’ora di gioco. Per poi ripetersi in un’altra occasione, sempre di testa, con una deviazione sballata. Zappa bombarda su punizione e testa i riflessi di Fumagalli due volte. Quindi Ferrari a cinque minuti dall’intervallo la copre da attaccante di razza e scarica un destro radente sul primo palo, stranamente non coperto da Fumagalli che vede così entrare in rete l’1-0 dei padroni di casa. I primi segnali di fumo del Piacenza arrivano solo al minuto 43: punizione di Scaccabarozzi deviata dalla barriera e pallone che esce veramente di pochissimo. Poi prima dell’intervallo ci prova Masciangelo, il cui tiro a giro è interessante ma fuori dai pali.
Nella ripresa ti aspetti più Piacenza, e invece trovi più che altro la Pistoiese. Fumagalli miracoleggia sul tiro di Minardi, liberato da gentile concessione dei biancorossi. Romero, in contropiede, allarga il piattone sopra la traversa dopo l’assist invitante di Segre. Il blitz arriva da corner: Masciangelo con il contagiri, Silva taglia sul primo palo con cattiveria (almeno lui) e palla toccata appena da Zaccagno: 1-1 Piacenza e partita rimessa in piedi dopo i brividi di freddo. Nobile si divora il suggerimento di Masciangelo per il potenziale 1-2 poco dopo.
Poi rincomincia la danza degli arancioni: più incisivi a centrocampo, sempre pericolosi in avanti ispirati da uno sputnik chiamato Surraco. Il centrocampo del Piacenza fatica ad accorciare e lascia troppo spazio. Così sono ancora spaventi in serie firmati da Zappa (tiro fuori) e proprio da Surraco, con Fumagalli che ci mette ancora la manona. Quindi Luperini un po’ di stinco e un po’ di ginocchio la butta dentro di rabbia sull’ennesimo corner degli arancioni (2-1). Manca poco e Franzini butta dentro Corazza, Ferri e Zecca al posto di Bertoncini, Segre e Nobile. Nel finale è un mini assedio, ma Zaccagno para su Mora prima e Della Latta poi. Vince la Pistoiese, ora serve vedere il Piacenza degli ultimi 10 minuti venerdì 24 novembre al Garilli contro l’Alessandria, formazione che ha problemi se possibile anche maggiori dei biancorossi.

Marcello Astorri

PISTOIESE – PIACENZA 2-1

PISTOIESE: Zaccagno; Nossa, Rossini (9’ pt Zullo), Quaranta; Mulas (25’ st De Cenco), Luperini, Minardi, Regoli, Zappa (36’ st Eleuteri); Ferrari, Surraco. A disposizione: Biagini, Tartaglione, Vrioni, Boggian, Sanna, Dosio, Sadotti. All.: Indiani.

PIACENZA: Fumagalli; Mora, Silva, Bertoncini (32’ st Corazza), Masciangelo; Sarzi (30’ st Bini), Della Latta, Segre (41’ st Zecca); Nobile (41’ st Ferri), Romero, Scaccabarozzi. A disposizione: Criscione, Lanzano, Ferri, Carollo, Masullo, Castellana. All.: Franzini.

ARBITRO: Nicoletti di Catanzaro (assistenti De Ambrosis di Busto e Pellino di Frattamaggiore).

RETI: 39’ pt Ferrari (Pis), 15’ st Silva (Pia), 31’ st Luperini (Pis)

NOTE: serata fresca, campo in discrete condizioni. Ammoniti: 17’ pt Zappa, 30’ pt Silva, 18’ st Della Latta. Corner: 10-10. Recuperi: 1’ pt e 4’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *