Natale senza i tre punti, il Monza sbanca il Garilli: decide D’Errico (www.sportpiacenza.it)

Niente da fare, il Piacenza è purgato per la seconda volta in stagione dal Monza che sbanca il Garilli grazie a una rete di D’Errico nella ripresa. I brianzoli senza ombra di dubbio trovano sotto l’albero di Natale più di quanto avrebbero meritato, tuttavia il Piacenza si conferma squadra molto – troppo – incostante, in perenne difficoltà quando vengono a mancare i pochi punti cardine del centrocampo (si è sentita l’assenza di Della Latta e pesa quella di Morosini), i biancorossi necessitano di un intervento consistente sul mercato sia in attacco sia nella zona nevralgica del gioco. Guardare la classifica oggi rimane comunque un puro esercizio di stile, vero che il Piacenza sprofonda in 14esima posizione ma la graduatoria è talmente corta che sono sufficienti tre punti – cioè il recupero col Siena – per rimettersi subito in corsa. Considerazione, però, che non deve ingannare perché il pericolo di finire nella palude delle retrovie rimane comunque all’orizzonte e servirà una sterzata vera nell’ultima gara dell’anno a Cuneo; poi la palla passerà al mercato da cui la tifoseria si aspetta nomi importanti per uscire da questa situazione di stallo.
Franzini conferma la formazione annunciata alla vigilia senza Della Latta (squalificato) e Morosini (infortunato), cioè con Pederzoli che si riprende la regia della squadra, per il resto è la squadra che ha strappato l’ottimo pareggio di Livorno. Il Monza risponde con Cogliati e Cori (il migliore in campo) in attacco, ispirati da D’Errico. Il primo brivido (13’) è firmato dai padroni: sospetta cinturata di Riva su Romero in piena area, il direttore fa correre tra le proteste. Il primo tempo gira in sostanza tutto attorno a questo episodio – dalla tribuna il fallo appare netto – perché la partita non regala nulla di emozionante nei primi 45’. Il Piacenza ci mette tanta buona volontà ma non trova mai la via per costruire qualcosa di interessante dalle parti di Liverni, che rimane inoperoso come Fumagalli. La prima metà di gara degli emiliani è fatta di sovrapposizioni non premiate, tagli non serviti e veli non compresi, insomma il Piacenza gioca – e anche con un buon ritmo – ma sbaglia una quantità mastodontica di passaggi, soprattutto Corazza risulta troppo avulso dalla manovra.
Nella ripresa il Piacenza parte con miglior pressione, in particolare sulla corsia di sinistra con Masciangelo e Corazza che iniziano ad aprire varchi per gli inserimenti di Scaccabarozzi. Il Monza risponde (61’) con una bella girata al volo – alta – di Cori; i biancorossi invece premono sempre dalla sinistra dove nascono le cose migliori ma il dato di fatto è che al 67’ Liverni non è mai stato veramente impegnato. Il Piacenza dà l’impressione di potercela fare e l’occasione buona si materializza al 70’: imbucata di Franchi per l’inserimento di Segre che di testa spara fuori da ottima posizione in area piccola. Imprecisione che il Monza non spreca al 75’: palla che la difesa lascia cadere in area e D’Errico buca Fumagalli, nell’occasione si fa male anche Di Cecco cambiato da Franzini con Mora.
Sulla reazione di un Piacenza (stanchissimo, dentro Zecca per Pederzoli e passaggio al 4-2-4) è incredibile il triplo liscio in area di Pergreffi, Scaccabarozzi e Romero sul cross rasoterra di Corazza. Gli emiliani provano anche a mettercela tutta, ma al 90’ Corazza centra il palo pieno e sul tapin Segre calcia fuori misura. S’infrangono su questa azione le speranze del Piacenza.

Giacomo Spotti

PIACENZA-MONZA 0-1

PIACENZA: Fumagalli, Di Cecco (33’ st Mora), Pergreffi, Masciangelo, Silva, Pederzoli (36’ st Zecca), Romero, Corazza, Segre, Scaccabarozzi, Franchi. A disposizione: Criscione, Lanzano, Ferri, Bini, Carollo, Masullo, Bertoncini, Sarzi, Castellana. All.: Franzini.

MONZA: Liverani, Riva, Guidetti, Cori, D’Errico, Trainotti, Cogliati (24’ st Ponsat), Caverzasi, Perini (24’ st Galli), Tentardini, Giudici (45’ st Carissoni). A disposizione: Del Frate, Origlio, Palesi, Palazzo, Negro, Romanò, Adorni, Barzotti. All.: Zaffaroni.

ARBITRO: Schirru di Nichelino (assistenti Biava di Vercelli e Perrelli di Isernia)

RETE: 31’ st D’Errico (M)

NOTE: Spettatori: 1511 (incasso 2279 euro). Giornata serena e non fredda, campo in buone condizioni di gioco. Ammoniti: Cogliati, Tentardini, Franchi. Corner: 5-2. Recuperi: 1’ pt, 4’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *